L’Istituto riapre la sua sede alla consultazione dell’Archivio e della Biblioteca a partire dal 19 maggio, secondo le disposizioni indicate nel Protocollo di sicurezza che riportiamo di seguito, redatto sulla base delle disposizioni attualmente in vigore. Al mutare di queste e del contesto generale, lo stesso Protocollo sarà modificato. Fino a tale momento dovrà essere rigorosamente applicato a tutela della salute di tutti.

Protocollo di sicurezza per utenti Archivio e Biblioteca maggio 2020

1) L’accesso in Istituto è possibile solo su prenotazione da effettuarsi tramite mail, scrivendo la richiesta a isrt@istoresistenzatoscana.it per la Biblioteca e a archivio@istoresistenzatoscana.it per l’Archivio e a seguito di riscontro da parte del personale.
2) Gli utenti per lo spostamento dal proprio domicilio/residenza alla sede ISRT devono fare uso di mascherina. Si raccomanda l’uso di guanti se si fa ricorso a mezzi pubblici e per la consultazione dei materiali. Obbligatoria la sanificazione delle mani (anche se con guanti) appena arrivati in sede.
3) In sede è previsto il mantenimento dell’uso della mascherina.
4) In caso di febbre è VIETATO recarsi in Istituto. Sarà cura dell’utente informare, appena possibile l’Istituto della mancata presenza.
5) Ad ogni ingresso l’utente deve sottoporsi alla misurazione della febbre. L’accesso è consentito solo se la temperatura corporea risulti inferiore ai 37,5 gradi
6) L’accesso è consentito solo all’interno dei nuovi turni orari: dal lunedì al venerdì turni mattutini: ore 10.00-13.00 e turni pomeridiani: 14.00-17.00.
7) Fino a nuova disposizione è possibile la presenza nella sala studio di soli tre utenti di Biblioteca/Archivio per turno.
8) Ogni utente può prenotare tre turni settimanali (anche consecutivi). Per ogni turno può richiedere fino a tre volumi/periodici/pezzi archivistici.
9) L’utente che, per qualsiasi motivo, dovesse rinunciare al proprio turno è tenuto ad avvisare il personale dell’Istituto in considerazione del numero esiguo di presenze che possono essere garantite.
10) Ogni utente potrà prendere posto nella sala studio, nelle postazioni individuate dal personale. Troverà quanto richiesto già nella postazione dove dovrà lasciarlo al termine della medesima e comunque del proprio turno. È vietato accedere a spazi diversi, toccare scaffalature ed inventari.
11) Sono consentite riproduzioni fotografiche autonome da parte dell’utente, mentre è vietato l’uso della fotocopiatrice.
12) Nella fascia oraria 13.00-14.00 non è consentito trattenersi in Istituto causa igienizzazione delle postazioni.
13) Nella sala studio è vietato mangiare. Le bevande non devono essere tenute sui tavoli di studio.
14) È sospesa la libera consultazione “a scaffale” di riviste e giornali.
15) Per quanto riguarda la serie GIORN ove presenti i microfilm la consultazione delle testate deve essere effettuata in tale formato presso la postazione “Visore”.
16) Il deposito è consentito fra un turno e l’altro, se immediatamente consecutivi, mantenendo i materiali nella stessa postazione e comunicandolo al personale, ma al turno successivo non è possibile accumulare più di 5 pezzi archivistici/libri/periodici oppure tre volumi/periodici e due pezzi archivistici. Una volta riconsegnati, i materiali devono essere sottoposti a quarantena di dieci giorni prima di poter essere sottoposti a successiva consultazione.
17) Si raccomanda durante il turno di lavoro una ripetuta sanificazione delle mani sfruttando i distributori gel. Essa è obbligatoria prima dell’utilizzo di libri, carte, documenti.
18) Il mancato rispetto delle disposizioni comporta il divieto di ingresso o l’allontanamento dalla sala studio a cura del personale. Se le mancanze fossero ripetute, all’utente sarà interdetta la possibilità di prenotazione delle consultazioni per 15 giorni.

Il direttore ISRT
Dott. Matteo Mazzoni