Leggere romanzi, conoscere la Storia
Terzo ciclo di presentazioni di libri a cura della rete toscana degli Istituti storici della Resistenza

Il rapporto tra storia e letteratura è sempre stato molto intenso e proficuo. Se il romanzo storico è da sempre stato estremamente vitale, il genere ha conosciuto con il passaggio del secolo una stagione originale e innovativa nel nostro paese, in cui nuovi temi storiografici si sono imposti come centrali. Nella produzione recente sono usciti alcuni volumi che affrontano la storia contemporanea attraverso le vicende di varie generazioni lungo una stessa linea familiare. L’importanza della famiglia nel leggere la complessità storica è stata al centro della riflessione di uno dei più importanti storici dell’Italia contemporanea, recentemente scomparso: Paul Ginsborg.
È con queste suggestioni che proponiamo un ciclo di tre incontri intorno a libri che hanno raccontato saghe familiari lungo più generazioni, in cui la narrazione si sposta tra dentro e fuori l’Italia. Il mutamento quotidiano e i grandi eventi della storia vengono visti attraverso la lente di figli e nipoti, a loro volta madri, fratelli o sorelle, con i loro conflitti e rotture, ma anche la capacità di ricomposizione e lettura complessiva.

Incontri online con gli autori sulle pagine FB degli Istituti della rete toscana e sul Portale ToscanaNovecento.

– Giorgio Fontana, Prima di noi (Sellerio 2021)
17 ottobre 17.30-19.00
Introduce Catia Sonetti (Istoreco Livorno)
Commenta Stefano Gallo (Biblioteca Serantini)

– Maurizio Maggiani, L’eterna gioventù (Feltrinelli 2021)
14 novembre 17.30-19.00
Introduce Alessio Giannanti (Archivi della Resistenza Fosdinovo)
Commenta Simonetta Soldani (Università di Firenze)

– Ubah Cristina Ali Farah, Le stazioni della luna (66thand2nd 2021)
19 dicembre 17.30-19.00
Ilaria Cansella (Isgrec) e Alessandro Pes (Università di Cagliari) discutono insieme all’autrice.